top of page

La rilevanza del SEVIF

alla luce dei recenti orientamenti giurisprudenziali e le prospettive di intervento


Autore:

Lucia Boccanfuso

Titolo [Ita]:

La rilevanza del SEVIF alla luce dei recenti orientamenti giurisprudenziali e le prospettive di intervento

Title [Eng]:

The relevance of the ESFS in light of recent case law and the prospects for action

Data pubblicazione: 17/05/2023

Fascicolo: XXVII - anno: 2022 - pp. 9-21.

Lingua: Italiano.

Abstract [Ita]

Il presente contributo propone un’analisi dei poteri operativi attribuiti alle Autorità europee di vigilanza finanziaria micro-prudenziale istituite nell’ambito del SEVIF, alla luce dei recenti orientamenti giurisprudenziali. Ci si riferisce, in particolare, al dibattito dottrinale sorto in merito all’adeguatezza dei vigenti limiti alla delegabilità dei poteri, i quali hanno caratterizzato da sempre l’operato di dette Autorità, inficiandone il perseguimento delle finalità.

A ben vedere, dall’analisi proposta emerge che detti limiti sembrano di fatto opportunamente superati; si desume, inoltre, che i poteri delle Autorità in parola risultano essere nella pratica più cogenti di quanto disposto in sede istitutiva. Dunque, la necessità di rivalutare il quadro regolamentare nel quale si inseriscono dette Autorità, così da favorire, peraltro, un miglior coordinamento a livello europeo tra le istituzioni preordinate nelle diverse declinazioni della funzione di vigilanza; a tale scopo, si riterrebbe utile di riconsiderare, e meglio definire, la base giuridica posta a fondamento dell’istituzione delle Autorità di cui si discute.


Parole chiave: SEVIF; Esa’s; Limiti alla delegabilità; Sentenze Meroni e Romano; Agenzie europee.

Abstract [Eng]

This paper proposes an analysis of the powers attributed to the European Micro-prudential Financial Supervisory Authorities established under the ESFS, in the light of recent case law. Reference is made, in particular, to the debate that has arisen regarding the adequacy of the current limits to the delegability of powers, which have always characterized the work of these Authorities, undermining their pursuit of their aims.

From the proposed analysis, it emerges that, said limits, seem appropriately exceeded; it is inferred, moreover, that the powers of the Authorities in question are concretely more incisive than what was provided at the time of their establishment. Hence, the need to re-evaluate the regulatory framework in which these Authorities are inserted, so as to foster, moreover, a better coordination at the European level among the institutions preordained in the different declinations of the supervisory functions; to this end, it would be considered useful to reconsider, and better define, the legal basis underlying the establishment of the Authorities under discussion.


Keywords: SEVIF; Esa’s; Limits to delegability; Meroni and Romano judgments; European agencies.



bottom of page