Cerca
  • AGS

Liberdade de contratar e os contratos inominados no direito romano


Autore:

Alessandro Hirata

Título [Prt]:

Liberdade de contratar e os contratos inominados no direito romano

Title [Eng]:

Freedom to Contract and Innominate Contracts in Roman Law

Data pubblicazione: 11/11/2022

Fascicolo: XXVI - anno: 2021 - pp. 69-76.

Lingua: Portoghese.

Abstract [Ita]

La libertà contrattuale, come è attualmente definita, non era nota nel diritto romano. Nel diritto romano delle obbligazioni esisteva il cosiddetto numerus clausus: le parti non potevano celebrare contratti diversi da quelli in cui era prevista una actio. D’altra parte, si può vedere che questa limitazione del numerus clausus potrebbe essere allontanata senza problemi dalla pratica giuridica. Nel contratto per salvare la vita di una persona, un individuo riceve qualcosa o diventa creditore di un altro, per averlo salvato di una violenza. Inoltre, un tale contratto è un buon esempio di come i romani hanno affrontato la libertà di contratto.


Parole chiave: libertà contrattuale; autonomia della volontà; contratto per salvare la vita; contratti innominati; diritto romano.

Abstract [Eng]

Freedom of contract, as defined today, wasn’t known in Roman Law. The Roman Law of obligations was determined by the so-called numerus clausus: in general, the parties were not allowed to conclude contracts other than those for which an actio was provided. On the other hand, this limitation could be circumvented with relative ease in legal practice. In the contract to save the life of someone, an individual receives something from another, for saving or having saved the latter from a violent, potentially lethal threat. This kind of contract serves as a good example of how the Roman jurists dealt with freedom of contract.


Keywords: freedom of contract; private autonomy; life saving contract; innominate contracts; Roman Law.


Leggi l'articolo completo in pdf.